Ma la soluzione alternativa c'era. Chi ha interesse a fare questo?"

La rabbia del sindaco di Vernole, Luca De Carlo, a fianco dei suoi concittadini contro il gasdotto Tap "un'opera inutile e antistorica"

Le immagini dei manifestanti che cercavano di proteggere gli ulivi minacciati dal cantiere del Tap sono rimaste impresse nella memoria di molti. Anche perché, ancora fresco era l'eco delle polemiche scoppiate intorno alla vergognosa vicenda della xilella. "Cosa sta succedendo in questo momento? Stanno sradicando le prime 230 piante. Il progetto prevede l'estirpazione fino a 10 mila alberi di ulivo. Io mi trovo qui a Melendugno per manifestare pacificamente il nostro dissenso all'opera", urla quasi di dolore il sindaco di Vernole, Luca De Carlo, rispondendo al telefono dalla Puglia, dal punto in cui sono stati avviati i lavori di espianto di circa 200 ulivi dal tracciato del microtunnel del gasdotto. Quello che porterà in Italia il gas dall'Azerbaijan e dove da giorni protestano gli attivisti contrari al progetto di Trans Adriatic Pipeline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *