Accordo fra l’italiana e-Geos e l’americana Orbital Insight

L’occhio dell’intelligenza artificiale sarà puntato sui tantissimi dati che i satelliti per l’osservazione della Terra inviano ogni giorno per aprire la strada a nuove applicazioni, come la gestione dei soccorsi nelle emergenze, l’agricoltura di precisione e il controllo dell’ambiente: è lo scenario che ha aperto la firma dell’accordo avvenuta oggi a Parigi, nell’ambito del salone aerospaziale di Le Bourget, tra la società controllata di Leonardo, e Geos, joint venture fra Telespazio e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e la società statunitense Orbital Insight.

Con il patrocinio dell’Asi, la collaborazione tra le due aziende promette di trasformare la gestione dei dati dei satelliti per l’osservazione della Terra, come quelli forniti dal programma italiano Cosmo SkyMed. I dati potranno essere analizzati grazie alle risorse accessibili sulla rete (cloud computing) e utilizzando le tecniche di apprendimento automatico e intelligenza artificiale. Queste ultime, sviluppate dalla Orbital Insight, analizzeranno le immagini ad altissima risoluzione fornite dai satelliti CosmoSkyMed, acquisite ed elaborate dalla eGeos e le integreranno con dati provenienti da altre fonti.

Le immagini dei satelliti diventeranno così ancora più eloquenti e potranno raccontare il grado di sviluppo economico e urbano di un territorio, reddito e i consumi delle persone che lo abitano, intensità delle attività industriali; potranno anche elaborare della “mappe di povertà” nelle regioni che, per mancanza di fondi o perché sconvolte da conflitti in corso, non hanno dati sufficienti per definire le politiche di sostegno e crescita. “Lo spazio fornisce già una quantità di informazioni inimmaginabile per una moltitudine di utilizzi, la vera sfida è sfruttarle al meglio”, ha detto Luigi Pasquali, direttore del settore Spazio di Leonardo e amministratore delegato della Telespazio (Leonardo 67% e Thales 33%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *