La cannella: proprietà, benefici usi e controindicazioni

Quante volte ci capita di utilizzare la cannella in cucina? Sappiamo che è una spezia aromatica, ma talvolta non che possiede numerose proprietà benefiche: come antisettico e disinfettante naturale, poi è possibile utilizzarla contro il raffreddore, contro la caduta dei capelli, e come antiossidante.

Dolce: Cannella su strudelCannella su strudel

Purtroppo in Italia non è possibile coltivarla, perchè il clima non è adatto: ci vorrebbe un clima caldo-umido, come quello dello Sri Lanka e della Malaysia, proprio dove la sua pianta – che appartiene alla famiglia delle Lauracee – ha origine. Può arrivare all’altezza di 15 metri e ad essere utilizzata per l’aroma e i molteplici benefici, è la sua corteccia. C’è però un’avvertenza: se ne deve consumare poca, non più di 3 grammi al giorno. Vediamo dunque nel dettaglio quali sono le proprietà benefiche della cannella, che sono veramente tante. Innanzitutto partiamo con le sostanze che contiene: pochi grassi, sali minerali tipo il calcio, il magnesio, potassio, rame, vitamine A e B, proteine e fibre; ma vediamo anche “cosa è in grado di fare”.

I benefici

Benefici della cannella: Cucchiaio di miele e cannella Cucchiaio di miele e cannella

Combatte il diabete

Infatti è in grado di abbassare la glicemia – il livello di zuccheri – nel sangue ed è dunque ottima per chi soffre di diabete 1 e 2: in questi casi è utile assumere due grammi di cannella al giorno.

E’ un anticoagulante

Ha effetti benefici sulla circolazione del sangue, infatti contiene una particolare sostanza, la cumarina, che la stimola e rende il sangue più fluido.

Cura le infezioni

Possiede infatti proprietà antibatteriche poichè contiene eugenolo e tannini, sostanze che controllano la crescita dei batteri e fughi. Pertanto la cannella è anche dotata di funzioni antifungine ed antivirali. E’ usata come disinfettante polmonare, intestinale e vaginale – agisce ad esempio contro la candida – ed è un validissimo cicatrizzante. Inoltre serve per disinfettare e conservare i cibi, combattendo batteri come l’Escherichia coli, e quelli della bocca, consentendo a denti e gengive di mantenersi sani.

Fa bene a stomaco ed intestino

Come già accennato, la cannella è salutare anche all’intestino e in più allo stomaco. Questo perchè favorisce la digestione, stimolando la produzione di succhi gastrici e velocizzandola grazie alla tripsina, un enzima. Inoltre combatte la diarrea, il gonfiore addominale, lo sgradevole fenomeno delle flatulenze e i virus intestinali.

Proprietà dimagranti

Prenda nota anche chi intende fare una dieta: infatti la cannella contiene molte fibre, che riducono l’assorbimento di grassi e la sensazione di fame, inclusa quella di tipo nervoso.

Combatte il colesterolo

Perciò è utile consumare la cannella con una certa regolarità: si consiglia mezzo cucchiaino al giorno. La cannella abbassa il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, riducendo quindi pure il rischio di malattie cardiovascolari.

Contro mal di gola, tosse e raffreddore …

Tra gli altri malesseri che cura la cannella c’è anche il mal di testa causato dalla sinusite. Per questi motivi si può preparare una tisana con questa spezia e con il miele, che ha proprietà antinfiammatoria.

Protegge i nervi

In particolare la cannella aiuta ad alleviare i sintomi della sclerosi multipla, contenendo una sostanza che si chiama bezoato di sodio. Quest’ultimo consente di prevenire l’infiammazione che danneggia i nervi.

Previene il cancro

Infatti è in grado di inibire alcuni enzimi che stimolano la proliferazione delle cellule tumorali: tenere presente la cannella anche a questo scopo, dunque.

E’ un’antiossidante

La cannella ha molti antiossidanti, combatte l’invecchiamento, lo stress ossidativo e rende in attivi i radicali liberi. Stimola invece il sistema immunitario e agisce come antibiotico naturale.

Combatte i dolori mestruali

Contro i fastidiosi dolori mensili, si può preparare una tisana con la cannella e vedere se produce davvero l’effetto sperato.

Sollievo ai muscoli

Quando si pratica un massaggio con dello specifico olio, si può aggiungere della cannella contro la stanchezza e i dolori muscolari. Dotata, come abbiamo già detto, di eugenolo, la cannella è un ottimo antispastico.

Aiuto per la memoria e contro l’insonnia

La cannella contiene alcuni minerali come manganese, ferro, e come già detto calcio e fibre, che aiutano la salute cerebrale favorendo il funzionamento della memoria e le funzioni cognitive, prevenendo quindi le malattie neurodegenerative, di cui fa parte Alzheimer. E’ anche un aiuto per rilassare la mente, prevenendo l’insonnia: ecco perchè si consiglia di prenderne un cucchiaino la sera con acqua calda.

Allevia i dolori dell’artrite, salutare per le ossa

Ciò avviene soprattutto se si assume cannella col miele. Il fatto che la cannella contenga manganese, significa che permette l’assorbimento del calcio e quindi è utile a prevenire l’osteoporosi.

Serve per curare l’acne

Questo perchè la cannella svolge una funzione purificante nei confronti della pelle. Ci sono addirittura alcune maschere che la contengono. Mescolata a tre cucchiaini di miele fino ad ottenere un composto omogeneo, la si applica sul viso – a parte il contorno occhi – per dieci minuti, poi si risciacqua con acqua tiepida. Combatterà il rossore ed allevierà il fastidio.

Aiuto per la ricrescita dei capelli

A base di cannella si può anche preparare una maschera per i capelli che cadono, favorendone la ricrescita. Si abbina ancora la cannella al miele – un cucchiaino e un cucchiaino – , più quattro cucchiai di olio d’oliva tiepido. Si mescola tutto e si applica l’impacco uniformemente, lasciandolo in testa per venti minuti prima di fare lo shampoo.

Contro l’infertilità ed è un afrodisiaco

Ciò avviene perchè all’interno della cannella si trova una sostanza chiamata cinnamaldeide, che aumenterebbe l’ormone progesterone, diminuendo la produzione di testosterone: il risultato è il bilanciamento degli ormoni. Inoltre non molti sanno che la cannella è un ottimo afrodisiaco naturale, specialmente se assunta con un bicchiere di vino.

Come si usa

La cannella è usata soprattutto per preparare dolci – come lo strudel di mele, biscotti, meringhe, gelati, creme e cioccolato – e liquori, ma anche come spezia per insaporire primi e secondi piatti.

Come possiamo trovarla e conservarla

La cannella si può trovare in stecche e conservare in contenitori chiusi, lontano da luce e calore, in modo da mantenerne l’aroma. C’è anche un olio essenziale a base di cannella, che si ricava dalla macerazione della corteccia in acqua marina, successivamente distillata. Può essere utilizzato come tonificante, contro la dissenteria, il raffreddore, l’influenza in generale, e come aiuto la digestione e all’intestino.

Controindicazioni

Come abbiamo già detto non bisogna abusare di cannella, assumendone solo 3 g al giorno: infatti la cumarina che contiene può avere un effetto tossico per fegato e reni. Poi è controindicata per un particolare tipo di ulcera, quella peptica, perchè produrrebbe acido gastrico in eccesso. Ancora, la cannella è sconsigliata in gravidanza, in allattamento e per i bambini sotto i 3 anni. Non solo: chi soffre di allergie, potrebbe avere reazioni cutanee; inoltre battito cardiaco accelerato, eccessiva sudorazione e dissenteria. Invece l’olio essenziale può essere dannoso per coloro a cui si irrita facilmente la pelle o all’orticaria.

Autore dell'articolo: giosat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *