Spesso le abbiamo in casa per gli addobbi e hanno anche tante proprietà benefiche. Scopriamo quali e come possiamo usarle in questi giorni per preparare tisane, decotti ma anche scrub per il corpo

di IRMA D’ARIA

20 dicembre 2017

L’ALBERO di Natale e il classico pungitopo che con le sue bacche rosse utilizziamo per le decorazioni in casa non sono solo piante ornamentali ma erbe che si possono usare anche per il nostro benessere così come lo zenzero, la cannella e la curcuma. Se ne è parlato di recente al convegno “Erbe natalizie: la salute sotto l’albero” organizzato dal Centro di Riferimento Regionale in Fitoterapia (Cerfit) di Firenze. Nadija Gulluni, etnobotanica e biologa nutrizionista esperta in fitoterapia clinica di Genova, suggerisce sette erbe tipiche del Natale e dell’inverno spiegandoci quali sono le loro proprietà benefiche e come possiamo usarle a casa anche in questi giorni di festa.

1- ALBERO DI NATALE PER RESPIRARE MEGLIO
Dalle foglie aghiformi e dalle sommità dei ramoscelli dell’albero di Natale, Picea abies, si ricava un olio essenziale ricco di monoterpeni come limonene e canfene responsabili dell’azione balsamica, espettorante e fluidificante dell’olio essenziale stesso.

I SUFFUMIGI
Può essere utilizzato sotto forma di suffumigi in caso di raffreddore e congestione nasale, basterà aggiungere 2-3 gocce di olio essenziale in un catino di acqua calda, si copre la testa con un asciugamano e si respira profondamente. I suffumigi possono essere fatti 2 volte al giorno. Oppure si può utilizzare un diffusore di oli essenziali o anche un contenitore con dell’acqua appoggiato su un termosifone a cui aggiungere 3-4 gocce di olio essenziale di Picea abies per avere un’azione disinfettante dell’ambiente di casa.

2- PUNGITOPO PER I ROSSORI INVERNALI DELLA PELLE
Il pungitopo, pianta conosciuta anche con il nome di rusco, è un potente vasocostrittore con proprietà vasoprotettrici e vasotoniche grazie alla presenza nel suo rizoma di saponine chiamate ruscogenine e di polifenoli. Utilizzato in caso di gambe gonfie e pesanti, geloni e crampi muscolari, ma anche in caso di pelle arrossata e irritata. L’estratto secco così come l’estratto fluido possono essere utilizzati per la preparazione di oli e creme particolarmente adatte per chi ha la pelle molto delicata e che risente delle rigide temperature invernali, trovandosi spesso con la pelle arrossata soprattutto di viso e mani.

132918815-a44932da-ca1f-4675-a9b4-d9e604ba99a9

Peperoncino

Utilizzato soprattutto come spezia, è ricco in vitamina A e C utili per la salute del cuore, ma contiene anche potassio, acido folico e fibra. Contiene anche capsaicina, a cui studi clinici hanno riconosciuto proprietà antitumorali.

Come usarlo. Un pizzico di peperoncino può essere utilizzato in tutte le preparazioni, ma attenzione alle persone con problemi di gastrite. Oltre che utilizzarlo nelle classiche ricette di sughi e carni, si può aggiungere ad un barattolo di yogurt greco ricco di proteine.

132918976-96ffd1cd-6b37-422a-9f58-9a16ea38e157

Kiwi. Contiene per l’84% acqua, 9% di glucidi disponibili, 2% di fibra ed è ricco di sali minerali (potassio magnesio, calcio, ferro, fosforo) per l’organismo e vitamine (vit. A, vit C, vit. E, vit. B2), che conferiscono al frutto un effetto rimineralizzante e antiossidante (per soddisfare il fabbisogno giornaliero di vitamina C, basta consumare 3 kiwi al giorno), antisettico e antianemico. Il contenuto di fibre di questo frutto contribuisce a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue, oltre che a regolare l’assorbimento degli zuccheri nel corso della digestione.

Come usarlo. Può essere aggiunto all’insalata oppure si può utilizzare per decorare torte o dolci o per preparare spiedini di frutta.

132918850-02713d27-435c-4461-8ec9-605d5a16f905

Melograno

Questo frutto autunno-invernale contiene per l’82% acqua, 16% di carboidrati, 16% di zuccheri, 2% di fibra e una notevole quantità di acidi organici, sali minerali (potassio, sodio, ferro, fosforo) vitamine (C e gruppo B) e flavonoidi (soprattutto antocianine, ellagitannini, quercitine).

Come usarlo. Può essere consumato fresco, sotto forma di centrifuga o per preparazioni culinarie, in quanto il suo succo si accompagna bene alle carni come per esempio il tacchino, pollo o maiale.

Bacche di Goji 

132918879-bc8aba6e-b1f9-41ef-9464-c51f0dcab4c4

Sono ricche in vitamina C e hanno una funzione antiossidante. In uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition si è visto che le bacche di Goji possono essere d’aiuto per la perdita di peso. Si possono comprare ormai ovunque sia intere sia sotto forma di succo, di polvere e persino ricoperte di cioccolato.

Come usarle. Possono essere consumate con l’insalata e un’aggiunta di frutta secca oleosa, come per esempio mandorle o noci per rendere la preparazione più gustosa e ricca in acidi grassi polinsaturi.

LA RICETTA DELL’OLIO ANTI-ROSSORE

Si può preparare un olio emolliente e antirossore da utilizzare come trattamento d’urto con un cucchiaio di olio di jojoba a cui aggiungere il contenuto di una capsula contenente l’estratto secco di rusco. Si massaggiano le mani e il viso per qualche minuto, si risciacqua e poi si mette una crema idratante. Oppure si possono aggiungere poche gocce di estratto fluido di rusco alla nostra crema mani preferita per usufruire tutto il giorno dell’azione protettrice del rusco.

3- CURCUMA UN AIUTO NELLA PREVENZIONE DELLE SINDROMI INFLUENZALI
La curcuma contiene diversi componenti funzionali oltre la ben nota curcumina, come proteine, vitamine C, E, K e Sali minerali come ferro, magnesio, calcio e zinco. Ed è proprio la presenza della vitamina C (la vitamina antiossidante per eccellenza) e lo zinco a rendere la curcuma la pianta perfetta per prevenire le sindromi influenzali. Infatti, vitamina C e zinco sono molto importanti per il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario, soprattutto contro virus influenzali e infezioni batteriche.

LA RICETTA DELL’ESTRATTO
Per sfruttarne appieno questa sua proprietà di stimolare il sistema immunitario, possiamo utilizzare il rizoma fresco per la preparazione di un estratto con 2 foglie di cavolo nero, ½ mela rossa, lime, una manciata di spinaci e 2-3 cm di curcuma fresca. All’estratto preparato si possono aggiungere delle fave di cacao e delle mandorle in scaglie. Si può bere tutte le mattine o come spuntino durante tutta la stagione invernale.

4- ZENZERO UTILE PER I PRIMI SINTOMI DEL RAFFREDDORE
Lo zenzero grazie alla sua azione antinfiammatoria dovuta alla presenza di sostanze come i gingeroli e alla sua azione diaforetica (aumenta la sudorazione), è la pianta perfetta per combattere un inizio di raffreddore soprattutto quando è accompagnato da una sensazione di
freddo e naso chiuso.

LA RICETTA DEL DECOTTO
Si prepara un decotto con 2-3 cm di rizoma fresco di zenzero tagliato a fettine, in una tazza d’acqua fredda, si porta a bollore e si fa bollire per qualche minuto. Si lascia in infusione per 10 minuti, si aggiunge qualche goccia di limone e si beve magari dolcificando con del miele di timo o di eucalipto dall’azione balsamica. Se ne bevono 2-3 tazze al giorno.

5- CANNELLA PER UNO SCRUB RIVITALIZZANTE
La cannella è nota per le sue proprietà digestive, tonico stimolanti e antimicrobiche, proprietà dovute all’olio essenziale che contiene ricco di aldeide cinnamica. Può essere utilizzata anche per la preparazione di uno scrub dalle proprietà rivitalizzanti e anti stanchezza sia per la nostra pelle che per il nostro umore.

LA RICETTA DELLO SCRUB
Si prepara con 4 cucchiai di sale marino integrale, a cui aggiungere 3 cucchiai di olio di mandorle dolci, 1 cucchiaino di cannella in polvere e 5-6 gocce di olio essenziale di cannella. Si mettono tutti gli ingredienti in un barattolo si mescola bene e si usa prima della doccia o del bagno. Oltre a rimuovere le cellule morte della pelle si avrà una sensazione euforizzante, ma anche riscaldante data proprio dall’olio essenziale di cannella che stimola la circolazione e il sistema nervoso.

6- CACAO PER UN INFUSO DI BUON UMORE
Una versione light della cioccolata calda può essere preparata anche con il cacao amaro in polvere. Il cacao ha un importante valore nutrizionale grazie al suo apporto di proteine, ma anche di vitamine del gruppo B, vitamina C, ferro, manganese, calcio e anche aminoacidi come il triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, l’ormone del buon umore, che durante il periodo invernale tendiamo a produrre un po’ meno. E non a caso è proprio nella stagione invernale, il periodo in cui mangiamo più cioccolata.

LA RICETTA DELL’INFUSO
Il cacao in polvere insieme allo zafferano (un’altra spezia del buonumore) possono essere utilizzati per preparare un infuso pieno di buonumore. In una tazza d’acqua calda si aggiungono 2-3 stimmi o ½ bustina di zafferano in polvere, si lascia in infusione qualche minuto e poi si aggiunge 1 cucchiaino di cacao amaro in polvere, si amalgama il tutto e si beve magari con dell’aggiunta di cannella.

7- EUCALIPTO PER MAL DI GOLA E CATARRO
Eucalipto, altea e liquirizia sono gli ingredienti per la preparazione di una tisana in caso di mal di gola con bruciore e catarro. Le foglie di eucalipto contengono un olio essenziale ricco di eucaliptolo e limonene che gli conferiscono proprietà balsamiche e fluidificanti sulle secrezioni catarrali. A queste proprietà possiamo poi aggiungere quelle emollienti e lenitive della radice di altea dovute alla presenza di mucillagini e quelle antinfiammatorie della liquirizia date dalla presenza di molecole come i flavonoidi e saponine, in particolare l’acido glicirrizico. Si ottiene così una tisana che oltre a favorire la fluidificazione del catarro, ha anche un’azione antidolorifica sulle mucose della gola.

LA RICETTA DELLA TISANA
Si mette un cucchiaino di ciascuna pianta in una tazza d’acqua calda, si copre e si lascia in infusione almeno 10 minuti. Se ne bevono 2-3 tazze al giorno dolcificando con del miele o ancor meglio della melata di abete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *